La Borgogna è insieme alla regione di Bordeaux la più famosa regione vinicola francese ma , a differenza di Bordeuax , la Bourgogne è anche la più antica zona della Francia ad aver conosciuto la viticoltura : era destinata a vigneto già in epoca romana , ma alcune ipotesi fanno risalire le origini viticole anche all'epoca greca , per mano di alcuni mercanti greci lungo la tratta verso Massalia. Geograficamente si tratta di una fascia longitudinale che a Nord confina quasi con la regione Chablis e a Sud con la regione vinicola della Valle del Rodano. Questa sua collocazione determina un clima continentale , con estati e autunni secchi. L'inverno , pur essendo caratterizzato da gelate , non da luogo a forti sbalzi termici.

Mercoledì, 19 Luglio 2017 20:08

Vini della Regione di Bordeaux

Bordeaux , sulla costa sudoccidentale della Francia che si affaccia sull'Atlantico , è certamente fra le più famose regioni vitivinicole non solo francesi , ma anche del mondo.

L'estensione è di oltre 100mila ettari e i viticoltori sono oltre 20mila , con le aziende che in gran maggioranza si chiamano Chateaux , letteralmente traducibile come "Castello" , anche se il più delle volte si tratta di ville padronali risalenti ai casati nobiliari dell'ancien regime.

Storia dei vini Bordeuax : le origini della viticoltura nella regione risalgono ai tempi dell'Impero Romano , come del resto la storia della città di Bordeuax , inizialmente fondata dai galli ma ben presto adottata dai romani , sotto il nome di Burdigala , come centro di produzione di armi in ferro e come avamposto commerciale ( emporium ) soprattutto verso l'Inghilterra. Tuttavia il vero successo internazionale dei vini bordolesi inizia nel XII secolo , quando Eleonora d'Aquitania , duchessa di Aquitania, sposa il futuro Re d'Inghilterra Enrico II facendo passare la regione di Bordeaux ( l'Aquitania , appunto ) sotto il controllo degli inglesi , che iniziarono a fare largo uso dei vini di Bordeaux , a cominicare dalla corte reale .

I vini della regione Beuajolais sono noti in Italia soprattutto perché antesignani di quello che da noi viene definito vino novello : a questa regione è infatti da imputarsi la tecnica di vinificazione detta della macerazione carbonica , che permette di ottenere il Beuajolais Nouveau o Beaujolais Primeur , un vino leggero , fresco , fruttato e soprattutto molto molto giovane visto che è il primo ad essere immesso nel mercato dopo la vendemmia ( solitamente intorno al 15 di Novembre , mentre il nostro vino Novello lo anticipa ancor di più essendo commercializzabile a Novembre , in occasione della ricorrenza di San Martino ).

Il vitigno principale della regione , che quindi costituisce anche il Beuajolais Nouveau , è il vitigno Gamay , coltivato ad alberello , che matura precocemente. In piccola parte vengono coltivati anche il Pinot Nero , il Pinot Grigio e lo Chardonnay e concorrono alla produzione delle altre AOC regionali , come il Beaujolais Superior AOC , Beaujolais Village AOC e Cru de Beaujolais AOC.

Zona di produzione dell'Alsace AOC : L'Alsazia è situata nella Francia nord-orientale , al confine con la Germania e , nel corso della storia , è stata più volta contesa fra questi due paesi fino a diventare definitivamente francese solo dopo la Seconda Guerra Mondiale.

Questo carattere franco-tedesco si riflette in molteplici aspetti della regione , fra i quali quello architettonico ed anche .. vinicolo : non a caso fra i vitigni utilizzati per i vini alsaziani vi sono il Riesling e il Gewurztraminer molto diffusi anche in Germania , Austria ed Alto Adige.

Il confine con la Germania è segnato dal corso del Reno , che nasce nella confinante Svizzera e va a sfociare nel Mare del Nord : la presenza di questo fiume da anche il nome alle due dipartimenti in cui è divisa l'Alsazia , ovvero il Basso Reno ( Bas-Rhin ) e l'Alto Reno ( Haut-Rhin ). Quest'ultimo è il dipartimento che ospita la maggior parte dei vigneti ( circa il 70% ).

Clima e viticoltura dell'Alsazia : oltre alla presenza del Reno , l'altra caratteristica geografica dell'Alsazia è la presenza della catena montuosa dei Vosgi , che determina :
- la protezione ad Ovest dalle precipitazioni , che determina un clima fra i più secchi e soleggiati della Francia
- una grande varietà di suoli , dalle rocce vulcaniche al granito al calcareo-argilloso alle marne
- una grande varietà di altimetrie , con territori che vanno dal pianeggiante al collinare fino a semi-montuoso , con altitudini che non si stagliano comunque oltre i 1400 mt de Le Ballon , la vetta più alta dei Vosgi.

Vini e Vitigni dell'Alsazia : come detto , la vicinanza con la Germania si sente anche nella grande diffusione di vitigni come il Riesling , il Gewurztraminer , il Sylvaner. Altri vitigni molto diffusi sono il Pinot Grigio , il Moscato. Meno diffusi il Pinot Bianco , il Pinot Nero , il Pinot Auxerrois e il Chasselas.

I vitigni determinano anche la sottodenominazione da affiancare all'Alsace AOC , che è l'unica AOC della regione. Oltre alle sottodenominazioni per vitigno , altre modalità di coniugare l'AOC Alsace riguarda le tipologie : abbiamo così l'Alsace Vendange Tardive , l'Alsace Grand Cru , l'Alsace Sélections de Grains Nobles e lo spumante Cremant d'Alsace.

Sebbene dal 2008 l’Italia sia diventato il primo esportatore mondiale di vino , alla Francia va riconosciuto il merito di essere la culla dell’enologia moderna , come oggi la conosciamo. E’ in Francia che “fare il vino” da mestiere è diventato un arte.

E’ sempre in Francia che , in occasione dell’esposizione universale di Parigi del 1855 , l’imperatore Napoleone III introdusse la prima classificazione dei vini per determinarne la quantità : dai Premier Cru fino al quinto Cru.

Intorno al 1930 , sempre in Francia , vennero introdotto le denominazione di origine sotto il nome di AOC (Appellation d'Origine Contrôlée ) , che saranno poi riprese in Italia dopo il secondo dopoguerra con le DOC ( Denominazioni di origine controllata ) .

Sempre in Francia le aziende produttrici hanno iniziato a sviluppare i loro Brand fino a farli diventare quasi degli oggetti di culto nell'enologia mondiale : da Chateau Lafite Rotschild nella regione di Bordeaux a Chateau LaTour in Borgogna , a Chateau d'Yquem per i vini dolci di Sauternes e Barsac , per finire ai grandi Champagne di Louis Roederer , Moet & Chandon ( la Maison produttrice del mitico Dom Perignon .. non a caso ormai appartenente alla holding del lusso Luis Voutton ) , Ruinart , Krug.

Fra le principali AOC francesi ricordiamo :

Champagne AOC : denominazione concernente soprattutto la vinificazione in bollicine con il metodo champenoise

Bordeaux AOC : i vini della regione del Bordeuax , forse la più famosa regione vitivinicola del mondo

Sauternes-Barsac AOC : seppure si trovi nella regione vinicola di Bordeaux , merita certamente una menzione a parte , perché Sauternes e Barsac sono giustamente riconosciuti come la patria dei vini dolci e affetti da muffe nobili. Tuttora continuano a rappresentare l'eccellenza della produzione mondiale di vini dolci.

Bourgogne AOC : vini della Borgogna , che si trova nella zona nord –orientale della Francia , fra Parigi e la Germania. E’ seconda per fama forse solo alla zona di Bordeaux

Alsace AOC : l’Alsazia si trova al confine con la Germania , nella zona nord-orientale ed è la culla dei vini dolci , passiti e a vendemmia tardiva

Beaujolais AOC : fra i tanti primati , la Francia è anche la patria di quello che noi chiamiamo vino novello. La macerazione carbonica , utilizzata per avere vini bevibili già dal mese di Dicembre è originaria di questa regione francese

Côtes du Rhône AOC : la valle del Rodano taglia longitudinalmente la Francia dalla Savoia fino alla Provenza. In questa regione si trova Avignone e infatti un grosso impulso anche allo sviluppo qualitativo della regione si ebbe con l’arrivo dei Papi che la scelsero come sede per quasi tutto il XIV secolo

Cotes de La Loire : la regione della Loira non costituisce una sua AOC , ma comprende un elevato numero di denominazioni AOC , con un ampio spettro di tipologie : bianchi , rossi , frizzanti ( è la seconda regione per produzione di vini frizzanti dopo la regione degli Champagne ) , dolci come i Muscadet

Provence e Languedoc Roussillon : la Provenza e la Languedoc Roussillon sono due regioni meridionali della Francia , lungo la costa mediterranea , divise dalla foce del Rodano.

Page 3 of 3